Contatori del gas: A2A risarcirà i milanesi truffati

Milanesi, leggete con cura. Buone notizie in arrivo per circa 400mila cittadini, che per anni, sono stati vittime di contatori difettosi che hanno macinato fino al 15% in più dei consumi effettivi di gas. Questo l’impegno preso del presidente del consiglio di gestione di A2A, Giuliano Zuccoli, coinvolto da indagini della Procura, che ieri ha riferito alle commissioni comunali Bilancio e Servizi civici. Ricco il bottino che i consiglieri ieri hanno portato a casa: il controllo dei contatori costerà al massimo 40 euro, se risulterà essere funzionante, zero in caso contrario. Abolita quindi la tariffa di 248 euro per i misuratori, risultati in regola, in seguito a verifiche di laboratorio. Non solo, A2A si è anche impegnata ad accelerare il piano di sostituzione dei contatori installati prima del 1990: «Puntiamo ad arrivare a 50mila misuratori in un anno - hanno garantito dall’azienda - contatori che saranno stoccati in un magazzino, per essere a disposizione per eventuali verifiche». Zuccoli infine si è impegnato a firmare a settembre il protocollo di conciliazione siglato a febbraio dal Comune e le Associazioni dei consumatori.