Contemporanea In mostra l’eros in tutte le sue declinazioni

Amore, erotismo e passione sono i temi al centro delle opere «pop surrealiste» di Consuelo Mura, Lostfish, Benjamin Lacombe e Kmie Chan riunite nella mostra «Border Love», che si inaugura oggi e resterà fino al 25 febbraio alla Dorothy Circus Gallery di via Nuoro. Porte aperte agli amori di oggi: precari, incomprensibili, privati, spesso invisibili. Molteplici volti degli amori moderni, che hanno oltrepassato il limite delle buone maniere e del perbenismo, ribelli ma intrisi di spiritualità antica, nutriti di solitudine e di una passione che è droga della mente e dell’anima. Storie, dinamiche, giochi e loro protagonisti, al confine tra il sano e l’insano. Amanti non coniugati ma ugualmente congiunti. I sorrisi di un amore che trova la sua coscienza nell’erotismo dei malintesi, seguendo le tracce delle gioie come promesse dell’impossibile che prescinde dalle regole e sconfina nell’assurdo di un’intimità surreale, fatta di sesso e possesso, fusione e matrimonio dei sensi.