Contestati anche D’Alema e Mastella

«Comparsate» universitarie con fischi e contestazioni ieri per gli esponenti del governo. Alla facoltà di Scienze politiche di Firenze, dove era atteso per un intervento, Massimo D’Alema è stato accolto dallo striscione «D'Alemullah go home» preparato dagli studenti di Azione universitaria, che all’indirizzo del ministro degli Esteri hanno anche scandito slogan come «niente lezioni, governo di buffoni». Gli studenti di sinistra hanno a loro volta protestato contro i contestatori urlando loro «scemi, scemi» ma il confronto, mentre D’Alema raggiungeva l’aula magna da un altro ingresso, si limitava alle invettive. Critiche «bipartisan», invece, per Clemente Mastella all’università La Sapienza di Roma, dove gruppetti di ragazzi di destra e di sinistra hanno contestato il ministro della Giustizia a causa della sua posizione sui Dico. I primi, componenti di due collettivi studenteschi, hanno rimproverato al guardasigilli la sua opposizione al disegno di legge sulle convivenze. I secondi, di Azione universitaria, hanno distribuito volantini in cui si sottolinea «l’incoerenza di chi fa parte di un governo pur non condividendone le posizioni» e lo hanno invitato a dimettersi.