«Contestazione vile e ignobile»

«La viltà dell’ignoranza. Il coraggio della verità». Così L’Osservatore Romano commenta «l’inattesa e ignobile contestazione» subita a Siena da Ruini. «Una dimostrazione che è ancora molta la strada da percorrere per giungere a una cultura del rispetto reciproco». Secondo L’Osservatore, si «vuole togliere alla Chiesa il diritto di intervenire su questioni rilevanti». Intanto da Milano fa eco l’arcivescovo Tettamanzi: «È inaccettabile» equiparare o assimilare una coppia di fatto a una coppia che ha deciso di sposarsi. Per questo l’attuale dibattito è «pericoloso».