Conti: «Terna e Grtn entro l’anno» E nel semestre l’utile sale del 22%

da Milano

Terna ha chiuso il primo semestre 2005 con un utile netto di 140,3 milioni di euro (+22,5% sul corrispondente periodo del 2004). Lo comunica la società in una nota in cui annuncia la distribuzione di un acconto del dividendo 2005 pari a 0,05 euro in pagamento il prossimo 24 novembre. «Il dividendo sul bilancio 2005 sarà almeno uguale a quello del 2004» ha annunciato il presidente di Terna, Fulvio Conti, in una conference call. Il dividendo per l’esercizio 2004 aveva visto una cedola complessiva di 11,5 centesimi di cui 4,5 in acconto erogati a ottobre.
I ricavi sono stati pari a circa 500 milioni mentre il margine operativo lordo si è attestato a 348 milioni e il risultato operativo a 266,3 milioni. La situazione consolidata al 30 giugno scorso ha registrato un patrimonio netto di 1.826,5 milioni mentre l’indebitamento finanziario netto era di 2.107,4 milioni di euro.
Inoltre l’integrazione tra Terna e il Grtn avverrà entro l’anno, ha assicurato Conti, dicendosi certo che, anche nel caso in cui la Cassa depositi e prestiti non confermasse l’acquisto di circa il 30% della società, «Enel non avrà alcun problema a vendere la quota». Se il prossimo 14 settembre, data del cda di Cdp, non si raggiungerà alcun risultato, ha detto Conti, Enel «prenderà in considerazione la possibilità di cedere la quota di Terna sul mercato».
Terna lo scorso 8 agosto ha firmato un’intesa con la romana Acea per l’acquisto di Acea Trasmissione, titolare dello 0,7% della rete nazionale di trasmissione. Il prezzo pattuito è di 32,9 milioni. Le acquisizioni del Grtn e di Acea Trasmissione porteranno ad un incremento dell’indebitamento netto di Terna di circa 210 milioni di euro.
Appuntamento importante, infine oggi, per gli azionisti Enel: in occasione della presentazione dei risultati semestrali, l’ad Fulvio Conti annuncerà la politica dei dividendi per i prossimi anni, dopo il deconsolidamento di Wind, e illustrerà la strategia di crescita al 2009.