Continental in ripresa

Le affermazioni di Bernanke sulla situazione monetaria negli Usa hanno depresso il mercato di New York. Particolarmente colpito il Nasdaq che è arrivato a perdere fino ad oltre l’1%, trascinato dal ribasso dei tecnologici, e sopratutto di Apple (meno 4%), Intel (meno 1,8%) e Oracle (meno 1,5%); in spettacolare controtendenza Hoku Scientific, che guadagna il 72,9%. Sempre oscillanti sui minimi i titoli energetici. Variegato l’andamento delle piazze europee, dove solo Londra ha registrato un modesto apprezzamento (più 0,09); ha chiuso in modesto rialzo Lse (più 0,4%), dopo aver varato un maxi buy-back per contrastare l’offerta del Nasdaq Usa. A Parigi proseguono i contrasti per Agf, dopo un avvio positivo, e in attesa degli sviluppi circa l’Opa promossa dalla controllante Allianz, che invece a Francoforte arretra del 2%. Su quest’ultima Borsa in ripresa Continental (più 2%), e resistenti i titoli dell’auto.