Continua il digiuno contro il gassificatore

È arrivato al 56° giorno il digiuno a staffetta della Rete Regionale Rifiuti, che in una nota esprime il suo «no al gassificatore di Malagrotta» sottolineando come «ancora una volta il presidente della Regione Piero Marrazzo ha disatteso i suoi stessi impegni: il 28 luglio non ha illustrato le linee guida del nuovo piano dei rifiuti». Per la Rete «il digiuno è una civile forma di opposizione, vissuta in prima persona da chi sente il dovere di dimostrare la contrarietà a un’opera violenta qual è l’inceneritore-gassificatore».