Continua la fuga del risparmio italiano verso prodotti esteri

Prosegue la fuga del risparmio italiano verso prodotti di diritto estero inseguendo regimi fiscali più convenienti. Dai dati elaborati da Assogestioni emerge infatti che alla fine dello scorso mese di giugno si trovava all’estero oltre il 41% del risparmio che gli italiani hanno affidato a fondi e Sicav.
«I fondi domestici sono ancora soggetti a una tassazione sul maturato che penalizza fortemente la loro commercializzazione in Italia e all’estero - commenta Guido Cammarano, presidente di Assogestioni -, in questo contesto è necessario attuare interventi che pongano rapidamente rimedio alla questione permettendo ai fondi italiani di competere in condizioni di efficienza. Ci auguriamo che la legge finanziaria per il prossimo anno, presto all’esame del governo, contenga misure che vadano in questa direzione».