Continua l’emergenza. Cento (Verdi): «Dall’inizio dell’anno nel Lazio distrutti dalle fiamme 2.318 ettari di bosco». Solo a luglio i roghi sono stati 234 «Parco del Pineto: denunceremo il Comune» Dopo l’incendio di lunedì nella riserva naturale i

Sull’emergenza incendi capitolina siamo ormai alle denunce. Ieri l’associazione di volontariato Oikos - attiva nella prevenzione degli incendi - ha annunciato di voler presentare nei prossimi giorni una denuncia alla magistratura, «per indagare sull’operato dell’amministrazione comunale di Roma e dell’ente regionale “RomaNatura”, di privati o di altri enti coinvolti nella proprietà o nella gestione dell’area del Pineto colpita dall’incendio di lunedì, in merito alla esecuzione degli interventi preventivi previsti dalle vigenti normative». Secondo l’Oikos «la gravità dell’incendio del Pineto è stata determinata dal non rispetto degli obblighi descritti tra gli interventi preventivi per la difesa dei boschi dagli incendi», che impongono al Comune di ripulire i terreni espropriati e quelli di pubblico demanio. «La mancata predisposizione di una mappa del rischio da parte dell’ente regionale “RomaNatura” - si legge ancora - non ha consentito di individuare in tempo utile le aree da destinare alle misure urgenti sostitutive».
«Ogni anno registriamo gli stessi problemi», è l’amara conclusione del segretario dell’associazione Alfonso D’Ippolito. Anche il presidente del XIX municipio, Fabio Lazzara, si è detto «addolorato per l’incendio nel Parco del Pineto. È stato dilapidato - ha aggiunto Lazzara - un patrimonio ambientale inestimabile del nostro quartiere e di Roma. Chiediamo un maggiore coordinamento tra tutti gli enti preposti alla vigilanza e alla custodia del Parco, un finanziamento regionale per ricostituire nel più breve tempo possibile la situazione precedente del Parco del Pianoro di Proba Petronia». Sempre ieri, il sottosegretario all’Economia Paolo Cento (Verdi) ha comunicato i risultati di una sua verifica sul Lazio svolta con il Corpo forestale: «Dall’inizio dell’anno - rivela Cento sono complessivamente 2.318 gli ettari di bosco finiti in fiamme, di cui 2.239 durante i 234 incendi del mese di luglio, che hanno letteralmente bruciato circa 300mila euro di risparmi sulla bolletta energetica 2008-2012, sull’applicazione delle misure previste dal Protocollo di Kyoto». A luglio si è drasticamente invertito il trend positivo del primo semestre del 2007 durante il quale, anche se di poco, erano diminuiti sia la superficie boschiva distrutta dalle fiamme, sia il numero degli incendi rispetto allo stesso periodo del 2006».