Continua l’emergenza: Stankovic esce in barella

Per Dejan lesione alla capsula legamentosa Mancini preoccupato: lo perderà per 1-2 mesi

da Palermo

Il pareggio sta stretto a Mancini: «Questa era una settimana difficile e il risultato complessivo è positivo. Abbiamo fatto la partita, abbiamo creato tante occasioni. Il calcio è fatto così».
Reggio Calabria, Mosca e Palermo, forse questa è stata la partita migliore ma non avete vinto. «Non sono d'accordo. A Palermo abbiamo giocato meglio che a Reggio ma la partita di Mosca, come intensità, non ha niente da invidiare a questa».
L'infortunio di Stankovic? «Temo sia più grave di una semplice distorsione». E infatti, in serata, il verdetto: lesione alla capsula legamentosa, l’Inter lo perderà per 1-2 mesi. A fine gara Simplicio è stato negli spogliatoi nerazzurri a chiedere scusa per il contrasto involontario.
Mancini parla anche di Adriano. «Finora - dice -, ho portato tre attaccanti in panchina. Le difficoltà che si stanno registrando a causa degli infortuni a centrocampo mi inducono a portare in panchina solo due attaccanti. Ecco perché ho ritenuto di non convocare Adriano».
Il tecnico nerazzurro difende anche Suazo: «Nel Cagliari aveva modo di sfruttare in avanti spazi più ampi. Credo che pian piano stia cominciando ad adattarsi alla squadra».
La Roma si avvicina, la vittoria con il Milan ne fa oggi concretamente l'avversario più ostico: «Sì, ma la Roma lo era anche quando era sotto di cinque punti. Per qualità di gioco. Ma ancora è presto per parlare di queste cose».
Il tecnico del Palermo Colantuono è raggiante. «L'Inter? Chiedete a Mancini. Io parlo solo dei miei e penso che abbiano giocato oggi una delle migliori partite. Questo Palermo comincia ad avere continuità e di questo sono molto soddisfatto». Non mancano gli elogi ai giocatori. Uno particolare a Guana che, piazzato davanti alla difesa ha avuto un ruolo chiave nel risultato.
Samuel elogia Fontana: «Abbiamo cercato di attaccare sempre ma Fontana tra i pali è stato bravo. Non credo che saranno molte le squadre in grado di vincere al Barbera». Capitan Zanetti: «Pareggio giusto».
Intanto in una intervista televisiva, Figo ha spiegato perché non venne in Italia prima di andare al Barcellona: «A distanza di anni, posso capire anch’io il motivo: c’era di mezzo Moggi», ha risposto il campione portoghese.