Continua la spy-story «Gola profonda» si dimette dal board

George Keyworth lascia con effetto immediato il board di Hewlett-Packard: “la gola profonda”, il consigliere che aveva ammesso di aver veicolato alla stampa informazioni riservate sugli scontri ai vertici della società di Palo Alto, comunica l’abbandono del gruppo dopo 21 anni non senza aver manifestato il disappunto «per l’invasione della privacy». La spy-story ai piani alti della Hewlett-Packard produce un’altra vittima, a poche ore dall’annuncio delle dimissioni da gennaio del presidente Patricia Dunn, colpevole di aver autorizzato lo spionaggio violando la privacy dei consiglieri. Mark Hurd, numero uno del gruppo e candidato a raccogliere il testimone dalla Dunn, esprime nella nota di Hp «apprezzamento per il lavoro svolto da Keyworth», definito un «importante componente della famiglia Hewlett-Packard».