«Continuano a beccarsi tra loro» Avvoltoi-poliziotti subito licenziati

Erano stati arruolati per combattere il crimine, ma non facevano che litigare tra loro. È miseramente fallito l’esperimento degli avvoltoi poliziotti, l’unità speciale ideata dalla polizia criminale della Bassa Sassonia per ritrovare cadaveri o resti umani sfruttando l’incredibile olfatto di questa specie di rapaci. Dopo un anno di addestramento i responsabili si sono arresi constatando che gli avvoltoi non riescono a distinguere i resti umani da quelli animali, preferiscono combattere tra loro e passano più tempo a camminare che a volare. L’idea del progetto era nata l’anno scorso dopo che Rainer Hermann, commissario della polizia di Hannover, aveva visto un documentario che raccontava come i rapaci fossero in grado di scovare la carcassa di un topo in una foresta a distanza di oltre un chilometro. Il commissario pensò che il singolare fiuto e la straordinaria vista dei rapaci potessero aiutare gli investigatori a trovare le migliaia di persone che ogni anno scompaiono. Sherlock, Colombo e Miss Marple, i primi tre avvoltoi-poliziotti arruolati, hanno disatteso le aspettative. German Alonso, il principale addestratore dei rapaci nel parco ornitologico Walsrode, ha ammesso che il primo avvoltoio non solo non riesce a distinguere un essere umano da un altro animale, ma dimostra di avere grande paura di oltrepassare i confini del parco in cui è stato addestrato. Gli altri due, arrivati da uno zoo della Carinzia (Austria), sono anche peggio: «Passano il tempo a combattere tra loro».