Continuano i guai per Futuro e Libertà Urso fa la fronda: "Serve una nuova fase"

Continuano le frizioni tra i finiani. Questa volta è il turno di Urso: "Per Fli deve inizare una nuova fase, che deve porsi una prospettiva strategica di almeno due anni"

Roma - "Per Fli deve iniziare una nuova fase, che deve porsi una prospettiva strategica di almeno due anni". Lo dice il deputato di Fli, Adolfo Urso, nel prendere parte a un convegno dell’ala moderata del partito dal titolo ’Il centrodestra per la nuova Italià. "Bisogna porsi il problema di cosa fare in questa legislatura e avviare una nuova fase in Parlamento per realizzare le riforme che sono necessarie: non solo la giustizia, ma anche le riforme istituzionali sulla quali c’era già un’intesa di massima, e le riforme sociali ed economiche che non sono più differibili. Fli deve essere una forza propulsiva per le riforme e stimolare il confronto come già sulla riforma Gelmini", sottolinea Urso. Il deputato finiano dice no a "tatticismi e spallate", sì a "una prospettiva strategica, essendo avanguardia nel processo delle riforme". "No alla demonizzazione degli avversari, che fa parte di una cultura stalinista che appartiene al berlusconimo e che ha rischiato di corrompere anche Fli - conclude Urso - Fli non può rispondere agli insulti con gli insulti senza negare se stessa, perche noi siamo espressione di un patriottismo repubblicano".