Per continuare a volare, il Grifone ha una nuova ala

«Continua a volare». Sugli spalti del Pio uno striscione di venti metri invita la squadra a non abbassare la guardia. La vittoria nel derby e la memorabile rimonta contro la Roma hanno portato una ventata d'entusiasmo nel quartier generale rossoblù. Vietato fermarsi ora. Tifosi e squadra sono sulla stessa lunghezza d'onda: «Vogliamo continuare la striscia positiva tornando da Catania con una vittoria - dice Luca Antonelli pronto all'esordio in rossoblù -. Ho letto le dichiarazioni di Lo Monaco. Ci aspetta un ambiente caldo e un avversario molto agguerrito che deve tirarsi fuori da una brutta classifica. Ma noi andiamo giù per i tre punti. L'unico risultato che ci interessa».
L'ex difensore del Parma dovrebbe trovare spazio dal primo minuto: «Da oltre due settimane mi alleno con la squadra, le sensazioni sono positive. Certo, sono stato fermo tre mesi e non gioco una partita dal 28 novembre. Perciò continuo ad andare al centro Riattiva, e ad allenarmi due volte al giorno. Spero di offrire presto il mio contributo. Sono a disposizione dell'allenatore». Che dovrebbe schierarlo a centrocampo sulla fascia sinistra, mentre Rossi verrà spostato a destra, visto che Rafinha è squalificato e Konko non sarà disponibile. Antonelli morde il freno anche se sa di non essere al top: «Quando non ne avrò più, chiederò il cambio. Mi piace correre e mettere cross dal fondo. Spero di rubare qualche segreto a Criscito e a Moretti». I segreti sulla tifoseria rossoblù gliel'ha svelati suo fratello Andrea, genoanissimo: «Quando giochiamo alla play station mi costringe a usare la Sampdoria - racconta il terzino -. Dopo che abbiamo vinto il derby, mi ha tenuto al telefono per due minuti e mezzo cantando i cori del Genoa. Alla fine ho dovuto riattaccare».
Ieri Antonelli ha fatto le prove nel test disputato dal Genoa contro gli Allievi: 4-1 il punteggio finale con due gol di Paloschi, uno di Jankovic dal dischetto e un altro di Boselli. L'attaccante argentino si è messo in evidenza procurandosi un rigore, segnando il terzo gol e offrendo a Paloschi l'assist per il quarto. La rete della bandiera è stata segnata da Rodriguez. Floro Flores e Kucka sono rimasti a bordo campo, ma nessuno dei due è in dubbio per la gara di domenica che sarà diretta da Giannoccaro. Intanto il Casms ha stabilito il divieto di vendita dei biglietti di Inter-Genoa ai residenti in Liguria sprovvisti di tessera del tifoso. Buone notizie dalla Primavera che ha battuto 1-0 il Parma ed è balzata in testa al girone. Domani sfida decisiva contro il Nordsjaelland.