Contributi Il Giornale vince la prima battaglia per far cambiare la legge sul Durc delle imprese

È stato soprattutto grazie alla battaglia condotta su queste pagine se la Regione Liguria ha modificato la legge sul Durc (documento unico di regolarità contributiva), che tanto danneggiava le piccole imprese della Liguria. Tra i promotori delle modifica il consigliere regionale Luigi Morgillo (Pdl), che ha denunciato le forti critiche alla giunta Burlando «pervenute da parte della imprese artigiane che contestano a quest’amministrazione di essere la più rigida in materia di disciplina delle attività contrattuali regionali». Adesso, però le cose sono cambiate. «La precedente norma - spiega Morgillo - diceva che sempre e per qualsiasi contratto tanto nelle concessione di appalto del servizio quanto nell’emissione delle fatture l’imprenditore doveva presentare il Durc - dice - Invece noi abbiamo chiesto ed ottenuto che il Durc debba essere richiesto ogni sei mesi e che sia il dirigente che deva pagare la fattura all’impresa a doverselo procurare e non il contrario». Morgillo prosegue spiegando quali altre modifiche andrebbero aggiunte. «La legge per la sicurezza sul lavoro stabilisce che se un’azienda non paga i contributi non può accedere ai finanziamenti pubblici - dice il consigliere regionale - Ma in un momento come quello attuale dove sono i primi gli enti pubblici a ritardare i pagamenti delle fatture alle aziende fornitrici, dobbiamo studiare il modo di non mandare in crisi le imprese e di non tagliare loro i finanziamenti nel caso in cui siano in ritardo con i contributi».