Contro il bullismo sportelli di ascolto

«Non posso che ricordare che sono almeno due anni che An propone la realizzazione di sportelli di ascolto nelle scuole superiori proprio per arginare fenomeni come il bullismo, la diffusione delle droghe, dell’alcol, l’abbandono scolastico e di ogni altro tipo di disagio». È quanto afferma il capogruppo di An alla Provincia di Roma e componente la Commissione Scuola, Piergiorgio Benvenuti. «Il fenomeno del bullismo ad esempio è molto diffuso, ma spesso viene sottovalutato perché confuso con un normale conflitto tra coetanei - aggiunge -. In realtà non è così, ed è solo quando i mass media ci mettono di fronte a tali tematiche che ci poniamo degli interrogativi. Il problema del bullismo è un problema sociale e culturale, tutti noi siamo continuamente sottoposti a messaggi di violenza e spot che trasmettono falsi valori. Evidentemente, in società in cui i modelli da imitare sono apparenza, violenza e potere, e in cui le agenzie educative come scuola e famiglia sono insufficienti, è fondamentale correre ai ripari». «Già diverse volte ho sollecitato nell’aula di Palazzo Valentini la proposta per le scuole della provincia di Roma, la realizzazione di sportelli psicologici, aventi diverse funzioni. Ma perché gli sportelli psicologici dovrebbero avere successo? - sottolinea Benvenuti -. Perché avrebbero il vantaggio di sostenere gli insegnanti che la maggior parte delle volte si trovano spiazzati e soli di fronte ai problemi dei ragazzi».