Contro la colite ulcerosa

Sono oggi più sicure le terapie per la colite ulcerosa che si manifesta con frequenti dolori addominali e gravi ulcerazioni. L’ente europeo per l’approvazione dei farmaci (Emea) ha autorizzato il trattamento di questa malattia con un nuova sostanza biologica (infliximab) che riesce a cicatrizzare le lesioni e ad ottenere la remissione clinica della malattia. In Europa i pazienti che soffrono di colite ulcerosa sono più di 600mila.
A Bologna, all’ospedale Sant’Orsola, il Centro per le malattie infiammatorie gastro-intestinali è all’avanguardia nel trattamento di questa patologia. I professori Massimo Campieri, Paolo Gionchetti e Fernando Rizzello applicano questo nuovo trattamento confortati dai risultati già ottenuti a Lovanio (Belgio) e negli Stati Uniti. La colite ulcerosa è in forte aumento e resiste alle cure con i cortisonici. Il professor Campieri, in particolare, si dichiara ottimista e ricorda che infliximab ha già dato ottimi risultati nella terapia della malattia di Crohn ed in quella dell’artrite reumatoide.
Annunci
Altri articoli