Contro la Georgia Donadoni schiera una sola punta

Roma. Clima ideale, ieri a Roma, per una bella e romantica passeggiata attraverso il centro storico e in carrozzella. Non fa specie se l’iniziativa riguarda banali turisti, diventa una notizia invece se del quadretto fanno parte Rino Gattuso, con la moglie e la figlia, un uragano di bimba che riesce a calmarsi solo dinanzi alla sagoma del cavallo. Pomeriggio libero ieri per gli azzurri e per molti di loro il richiamo della famiglia è inevitabile. Così, finito l’allenamento del mattino all’Olimpico, oltre a Gattuso, anche Oddo, Abbiati e Materazzi hanno raggiunto piazza del Pantheon per unirsi a mogli, figli e parenti. Prevista per questa mattina alle 10 la partenza per Tblisi: quattro ore e mezzo di volo. Donadoni ha già deciso come modificare lo schieramento in vista della Georgia. Giocherà con un modulo diverso, il 4-2-3-1 che prevede tra l’altro l’ingresso in difesa di Nesta al posto di Materazzi, due centrocampisti davanti alla difesa (Pirlo e De Rossi), tre mezze punte con Camoranesi a destra, Perrotta centrale e Di Natale a sinistra, e Toni davanti. Perrotta prende il posto dello squalificato Gattuso rientrato nel pomeriggio a Milano.