«Contro i Pacs aiuti alle famiglie numerose»

La Regione e l’Anci collaboreranno per promuovere in tutti i Comuni il taglio dell’Ici e della Tarsu (tassa rifiuti) per le famiglie numerose (con più di tre figli). A stabilirlo un Protocollo d’intesa sottoscritto dall’assessore alla Famiglia Gian Carlo Abelli e dal presidente dell’Anci Lombardia Lorenzo Guerini. «Piuttosto che preoccuparsi di Pacs e di Dico - stiletta Abelli - preferiremmo che il governo dimostrasse per la famiglia la nostra stessa attenzione». Il Protocollo «considera prioritario introdurre forme di agevolazione che tengano conto non solo della capacità contributiva, ma anche del carico familiare». In una prima fase, tutta sperimentale, i Comuni potranno aderire al protocollo con delibera del consiglio. «Nel pieno rispetto dell’autonomia dei Comuni - spiega Abelli - questa campagna di sensibilizzazione rientra perfettamente nelle politiche regionali per la famiglia. Sono questi interventi che migliorano concretamente la vita delle persone, soprattutto di quelle che sfidano le difficoltà economiche e contrariamente alle tendenze “alternative” dei nostri tempi mettono al mondo dei figli». Del Protocollo l’assessore ha parlato anche nell’incontro con l’Associazione nazionale famiglie numerose. In base alla normativa vigente, le misure si potranno tradurre in un aumento della detrazione per l’abitazione principale, portandola da 103 fino a 258 euro, oppure all’esenzione totale se ci sono condizioni di disagio economico. Riduzione della Tarsu, invece, per famiglie con case piccole rispetto al numero dei componenti, tipologia dell’abitazione, reddito familiare.