Contro gli imbrattatori non ci arrenderemo mai

Salvatore Scarpino incita Palazzo Marino a «non arrendersi ai graffitari». Tranquillo, il Comune non alza bandiera bianca. L'impegno contro i «taggisti», quelli che si divertono a scarabocchiare sui muri, è continuo. È una battaglia, fatemelo dire, quotidiana contro quelle scritte e quei disegni che qualcuno (non i milanesi perbene, sia chiaro) continua a considerare arte. Noi, non ci rassegniamo: lo dimostra l'impegno sia del mio assessorato sia quello di Amsa. (...)