Contro gli incendi siamo disarmati

Gli incendi, nel Meridione, sono tanto più scandalosi dato che ogni regione - Calabria in testa - ha migliaia e migliaia di forestali a libro paga. Quando però si tratta di vigilare sui boschi in periodi particolarmente critici non si sa dove siano. E pensare che dovrebbero essere il primo baluardo contro gli incendi: coloro che con tempestivi interventi, sia di allarme che di operazioni sul territorio, riducono il rischio che il fuoco si estenda in misura devastante. E che dire dei vari Vendola e Pecoraro Scanio, ambientalisti a parole che non prendono misure per prevenire gli incendi. E infine lo scandalo degli scandali: il governo Prodi ha diminuito i fondi sia alla polizia che ai vigili del fuoco. Del resto, quando questi ultimi si sono lamentati, abbiamo tutti letto sui giornali i preziosi consigli dell’onorevole Amato per ovviare alla carenza di fondi. Che vergogna.