«Contro l’Inter vorrei Maradona arbitro»

da Milano

Il comandante Marcos sta cominciando a divertirsi con il calcio. Anzi ha deciso di scendere in campo con i suoi guerriglieri. «Sarò D.T.Z. direttore tecnico zapatista». In una lettera scritta a Moratti, il leader zapatista ringrazia l’Inter per aver accettato l’idea di una sfida sul campo, propone una partita in Messico ed una in Italia. «Vorrei arbitro Maradona, guardalinee l’allenatore dell’Osasuna, Javier Aguirre, e Jorge Valdano». Marcos aggiunge battute politiche e proposte ironiche: «Vorrei giocare a Los Angeles, ma a Bush non piacciono i passamontagna. Meglio andare a Cuba davanti a Guantanamo che rappresenta una violazione dei diritti». In Italia, vorrebbe andare a Genova. «Per piantare piccole conchiglie davanti alla statua di Colombo e portare fiori dove venne ucciso Carlo Giuliani». Intanto l’Inter ha ricevuto una lettera anche da Burdisso che ringrazia per il trattamento ricevuto a causa dei problemi di famiglia che lo tengono in Argentina. Oggi Inter in campo: pochi titolari e sei ragazzi della Primavera.

Annunci

Altri articoli