Controesodo, 9 milioni sulla strada del rientro

Finite le ferie per la maggiorparte dei vacanzieri.  Da lunedì le grandi città si ripopolano. Per 17mila vacanze rovinate da alberghi fatiscenti, voli pessimi e bagagli smarriti. Ma 2 milioni devono ancora partire

Milano - Si preannuncia un week-end di traffico intenso sulle autostrade italiane. Perché quello appena iniziato è l'ultimo fine settimana di agosto e da lunedì molti uffici riprendono a lavorare regolarmente. Complessivamente saranno 9 milioni le auto che si metteranno sulla strada del ritorno nelle prossime ore. Per quasi 10 milioni di italiani, infatti, secondo le stime di Telefono Blu, le vacanze si sono definitivamente concluse. Sono invece 2 milioni i viaggiatori che hanno scelto il treno per i loro spostamenti e solo un milione l’aereo.

2 milioni in partenza In controtendenza con il rientro, ci sono i cosiddetti "vacanzieri dell'ultima ora": circa 2 milioni gli italiani partono per la prima volta, 3 milioni quelli che viaggiano venerdì diretti alle località di vacanza per rientrare in città domenica sera.

Città ripopolate al 75% Da lunedì quindi le città appariranno ripopolate fino al 75-80%, anche se, annunciano le previsioni del tempo, si prospetta un ottimo fine agosto e inizio di settembre. Previsto il rientro di 700 mila romani, 600 mila milesi, 200 mila torinesi, 180 mila bolognesi.

17mila ferie rovinate Ma non tutti torneranno a casa solo con bei ricordi: secondo Telefono Blu sono state superate le 17 mila segnalazioni di vacanza rovinata e di viaggio difficile (in aumento del 4%rispetto 2006). A restare scottati da un’esperienza difficile, dai bagagli smarriti al volo in ritardo fino agli alberghi fatiscenti, quasi 100 mila italiani. "Ricordiamo - comunica l’associazione in una nota - che al rientro è fondamentale prepare la raccomandata per il risarcimento dei danni da vacanza rovinata".