Controesodo, traffico intenso su tutte le strade

<p>
Traffico intenso ma regolare nella prima giornata di controesodo. &quot;Bollino rosso&quot; lungo le principali arterie gestite dal Gruppo Autostrade per l’Italia e in particolar modo in quelle che collegano il sud al nord della penisola e le località di mare alle grandi città
</p>

Venezia - L'estate sta finendo e le vacanze anche. Inizia i fine settimana di contro-esodo. Il traffico intenso ma senza particolari disagi di questo pomeriggio conferma le previsioni: "bollino rosso" lungo le principali arterie gestite dal Gruppo Autostrade per l’Italia e in particolar modo in quelle che collegano il sud al nord della penisola e le località di mare alle grandi città. In particolare la situazione che si registra alle 16, 30 è la seguente: Sull’A14 occorre 1 ora e 15 minuti per percorrere il tratto tra San Benedetto- Civitanova Marche, verso Bologna; nella stessa direzione nel tratto tra Ancona e Rimini occorrono 2 ore e 45 minuti; sempre in A14 in direzione di Ancona occorrono 40 minuti per percorrere il nodo bolognese fino a San Lazzaro. Sull’A1 occorrono 2 ore per percorrere il tratto tra Arezzo e Firenze sud in direzione Bologna; mentre tra Firenze e Roncobilaccio occorre 1 ora e 15 minuti sempre in direzione nord. La circolazione rimarrà sostenuta fino a tarda sera e i rientri proseguiranno per tutta la giornata di domani, domenica 22 agosto, in cui è previsto nuovamente traffico da "bollino rosso" tra le ore 6 e le ore 22. Stop dei mezzi pesanti fino alle ore 24 di oggi e dalle ore 7 alle ore 24 di domani.

Vari ingorghi in Veneto Il casello di Ronchis (Latisana) ha registrato rallentamenti sia in entrata sia in uscita. Traffico sostenuto anche nel tratto da Trieste Lisert verso Villesse in direzione del nodo di Palmanova. Una serie di piccoli tamponamenti, senza feriti, ha contribuito a rendere più lenta la circolazione. Uno fra Udine Sud e Palmanova in direzione Venezia verso le 9, un altro tra San Giorgio e Latisana sempre in direzione Venezia, un altro ancora fra Portogruaro e Latisana, in direzione Trieste, poco prima del Ponte sul Tagliamento. Quest’ultimo ha provocato subito 3 chilometri di coda. Alla barriera di Trieste Lisert alle 11,30 si registravano 2 chilometri di coda in entrata e rallentamenti fra Villesse e Palmanova. Rallentamenti e code a tratti, in uscita, a San Donà di Piave.

"Settimana critica" Oltre agli imprevisti come i tamponamenti, a causare gli ingorghi è anche l'aumento esponenziale di auto in movimento in questi giorni. "Sicuramente c'è l'effetto del rientro - spiegano dalle Autovie Venete - ma non solo: molti hanno scelto l’ultima settimana d’agosto per raggiungere le località della costa".

Bollino nero a Salerno "A conferma del bollino nero previsto dall’Anas - è scritto in una nota - sull’Autostrada A3 Salerno Reggio Calabria il traffico è risultato molto intenso sin dalle prime ore della notte in direzione nord". Sulla A3, rallentamenti si registrano in direzione nord in attraversamento delle grandi aree di cantiere, in Calabria, comprese tra Falerna e Altilia e in Basilicata, tra Lauria e Padula. Il traffico si è intensificato in mattinata anche in direzione sud, lungo le principali direttrici che conducono alle località balneari del Cilento, della Costiera Amalfitana e della Penisola Sorrentina soprattutto per gli spostamenti del fine settimana. A Messina, un’ora di attesa agli imbarcaderi.

"Pronti ad ogni emergenza" "Entra nel vivo il rientro a casa di migliaia di vacanzieri - ha affermato il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci - anche in fase di controesodo riscontriamo notevoli flussi di circolazione ma senza alcun disagio agli utenti". Il piano di gestione dell’esodo prevede sull’A3 l’impiego di 330 addetti, 85 mezzi operativi, 20 presidi per gli interventi di assistenza agli utenti lungo il percorso, 9 nuclei di manutenzione lungo l’asse autostradale, in grado di intervenire in tempo reale, e 3 postazioni di Infopoint, nelle aree di servizio di Villa San Giovanni Est, Lamezia Est e Galdo-Lauria Est.