La controinchiesta di Brunetta

Ieri il settimanale L’Espresso è andato in edicola con un’inchiesta su Brunetta (nella foto) e lui lo stesso giorno ha citato in giudizio la società editrice de L’Espresso, il direttore e gli autori dei servizi: «La casta Brunetta» e «Quel furbetto di Brunetta». Chiede anche l’oscuramento per motivi di sicurezza del sito http://espresso.repubblica.it che pubblica foto e mappe delle sue abitazioni. Il ministro per la Pubblica Amministrazione non si limita a questo e per amore della trasparenza da ieri sul sito www.renatobrunetta.it smentisce punto per punto le accuse mosse. Il ministro mette on line la sua vita. Pubblica tutte le informazioni inerenti la carriera universitaria e politica, nonché il suo patrimonio immobiliare.