Controllare la vista del bimbo prima del ritorno a scuola

In vista del rientro a scuola a settembre, tutte le mamme che vogliono essere sicure del benessere visivo dei loro bambini possono seguire alcuni relativamente semplici accorgimenti che possono migliorare le prestazioni durante le ore di studio e nel tempo libero, prevenire l'affaticamento della vista e combattere alcune cattive abitudini che, da adulti, potrebbero poi causare problemi alla colonna vertebrale e mettere sotto stress l'abilità visiva. Un pratico compendio con queste indicazioni è stato realizzato dagli esperti di VisionOttica, l'insegna di centri ottici specializzati per la famiglia.
Il consiglio più importante è naturalmente quello di sottoporre i bambini a controlli periodici della vista e il periodo prima che incominci la scuola è forse tra i più indicati. Poi, nel caso l'oculista ne prescriva l'uso, far scegliere al bambino, tra quelle consigliate dall'ottico optometrista, la montatura di forma e colore che preferisce, perché portare gli occhiali non sia vissuto come un disagio. Inoltre, se il bambino porta già gli occhiali, è bene far comunque verificare dall'ottico optometrista efficienza, «integrità ottica» delle lenti e, soprattutto, che non siano graffiate o scheggiate. Ed è bene far controllare dall'ottico anche curvatura e inclinazione del frontale, allineamento e inclinazione delle aste laterali degli occhiali, per fare in modo che risultino idonei all'uso.
Altrettanto importante, però, è insegnare ai bambini l'importanza di mantenere una postura corretta, con la schiena dritta, soprattutto durante le attività di scrittura e lettura e davanti a schermi e pc. E verificare, quando si può, l'illuminazione dell'ambiente in cui i bambini svolgono le attività di studio: un ambiente ben illuminato, con ridotte zone d'ombra, è ideale per non affaticare la vista.
Anche la scelta degli occhiali è un aspetto importante per il «benessere visivo» complessivo dei bambini, sempre attivi e in continuo movimento. Gli esperti di VisionOttica consigliano di scegliere per loro lenti anti-rottura in policarbonato - più resistenti e sottili delle normali lenti infrangibili - e montature leggere ed ergonomiche che assicurino il massimo comfort anche durante il gioco e l'attività sportiva. Le lenti in policarbonato rispetto a alle «normali» lenti organiche infrangibili sono infatti ben dodici volte più resistenti agli urti, anche se pesano quasi un terzo di meno. Inoltre, assicurano anche una completa protezione dai raggi Uv, particolarmente dannosi per i più piccoli poiché fino all'adolescenza il cristallino non completa ancora la funzione di filtro protettivo.