Controlli nei locali: 23 esercizi fuori regola

La questura di Roma ha intensificato nell’ultimo periodo i servizi di controllo del territorio. In particolare sul fronte del contrasto alle irregolarità negli esercizi pubblici, gli agenti della polizia di Stato della Divisione Polizia amministrativa e sociale, nella seconda metà del mese di gennaio, hanno effettuato numerosi e capillari controlli in varie zone della Capitale. Ventitré i locali trovati fuori regola. Tra i locali controllati l’autosalone «Gestar» di via Trionfale di cui è titolare R.G. a seguito del quale sono state elevate tre sanzioni amministrative per un totale di circa 800 euro; il circolo privato «Quadrifoglio» in via Frassineto, il cui presidente T.A. è stato denunciato per non aver affisso la tabella dei giochi proibiti; a Campo de’ Fiori controlli all’interno dell’esercizio commerciale «Fluid» di via del Governo Vecchio: il titolare G.C. è stato sanzionato per aver posto all’interno del pub un rappresentante non autorizzato (1032 euro) ed è stato segnalato alla Asl competente di zona per la presenza dei contenitori dell’immondizia privi di coperchio. Controllo amministrativo presso l’esercizio commerciale denominato «Le teste matte» in via dei Baullari; anche qui titolare sanzionato per aver posto all’interno del pub un rappresentante non autorizzato (1032 euro) ed è stato segnalato alla Asl competente di zona per la presenza dei contenitori dell’immondizia privi di coperchio. Infine controllo presso l’esercizio commerciale «Sciam» in via del Pellegrino: il titolare H.Y., cittadino siriano, è stato denunciato in stato di libertà per frode in commercio.