Convalidato l’arresto dei 5 scafisti

Il gip di Agrigento, Alfonso Malato, ha convalidato i provvedimenti di fermo emessi dalla Procura nei confronti di cinque immigrati accusati di essere gli scafisti alla guida del barcone che si è ribaltato a circa dieci miglia a sud di Lampedusa nella notte fra venerdì e sabato, provocando la morte di dieci persone (ma nel bilancio dell’incidente devono considerare anche quaranta dispersi). Il ribaltamento del barcone avvenne sotto gli occhi dell’equipaggio della corvetta «Minerva» della Marina militare giunta in soccorso dei 120 disperati che si trovavano a bordo. Gli investigatori avevano individuato i cinque presunti scafisti nelle ore successive alla tragedia; i presunti scafisti furono trasferiti con una motovedetta della Guardia di finanza da Lampedusa a Porto Empedocle, e condotti nella Questura di Agrigento. I cinque indagati - tre marocchini, un tunisino e un algerino - devono rispondere di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.