Convento, novizia scappa con la superiora

Choc a Ostuni, nel Brindisino: il fratello di una delle religiose svela la storia in tribunale. Tre anni fa, stesso paese, un prete era fuggito con una donna sposata

Ostuni (Brindisi) - Fuga dal convento. Anzi per la precisione si tratta di una fuga d’amore, la storia di due suore che ha scatenato un terremoto in un angolo di Puglia. È accaduto a Ostuni, nota come «la città bianca» per le facciate color calce delle sue case, vivace centro della provincia di Brindisi già scosso tre anni fa dalla storia di un parroco che aveva stretto una relazione con una donna, per giunta sposata.

Stavolta, invece, le protagoniste sono due monache, adesso ex religiose a tutti gli effetti: una madre superiora di 58 anni, di Bari, e una novizia parecchio più giovane, 28 anni, di Torino. Insieme hanno deciso di lasciare il santuario di semiclausura alle porte di Ostuni per trasferirsi in un appartamento di Bari, dove attualmente convivono.

La vicenda, rimasta segreta a lungo, è venuta fuori in tribunale: un fratello della superiora ha contestato la vendita di una casa del centro di Ostuni. Secondo la sua versione, la sorella, disponendo del potere di firma, avrebbe fatto acquistare a un fratello disabile l’appartamento, di proprietà di parenti della novizia. Insomma, il sospetto è che sia stato un affare pilotato, anche perché l’immobile, pagato 82mila euro, è inutilizzabile in quanto ricade in un fondo patrimoniale.

Fatto sta che dinanzi al giudice è saltata fuori anche la storia della superiora. «Io e la nostra anziana madre – ha detto il fratello – che l’avevamo sempre vista con l’abito monacale ce la siamo ritrovata in minigonna, con i capelli tagliati alla moda e tinti di rosso». E poi ancora: «Ci ha detto che non voleva più saperne del convento – ha proseguito – perché aveva trovato l’amore; ha aggiunto che dovevamo abituarci a vederla in quel modo».

Una deposizione choc, che ha fatto affiorare quel segreto di famiglia evidentemente ben custodito per diversi anni, visto che nessuno aveva mai saputo niente. Un segreto che però è andato in frantumi quando è stata avviata la battaglia giudiziaria per quella casa. Il fratello della ex suora 58enne non ha taciuto; al contrario, ha raccontato tutto: ha detto della decisione della sorella, ha descritto la reazione dei familiari. La superiora aveva conosciuto la novizia in convento, ma ben presto la conoscenza è diventata una storia d’amore. Un amore proibito, che ha innescato la fuga: da Ostuni a Bari, dal convento a un anonimo appartamento.