La conversione confindustriale al Calvinismo

(...) La cui presidenza dell’associazione è stata troppo timida. Ma, come in tutte le cose, parlarsi è la migliore ricetta per capirsi. E, parlando con Bisagno, ho scoperto che siamo sulla stessa linea su mille cose, a partire dallo sviluppo della Liguria e della sconfitta del partito del no che tanti danni ha fatto alla Liguria.
Insomma, parlarsi e capirsi è la migliore ricetta per superare questa crisi devastante. Vale sempre, ma oggi di più. Remare tutti insieme, senza chiedersi di che colore è la maglietta di chi sta dall’altra parte. Lasciarsi alle spalle le divisioni, anche le più dure, e i rancori personali. E gli inizi di Giovanni Calvini, ottimi, vanno proprio in questa direzione.
Ricominciamo, come in una canzone di Adriano Pappalardo.