La conversione è il rischio fatale

Qualora l’Ita­lia tornasse al­la lira e, in pa­rallelo, cessas­se di esistere l’euro come moneta unica europea, tutti i conti correnti e i depositi bancari in euro sareb­bero ridenominati in lire. Ma co­sa accadrebbe ai depositi in valu­ta estera, per esempio espressi in franchi svizzeri piuttosto che in dollari americani? In quel ca­so, potrebbe anche non accadere nulla,nel senso che spetterebbe­ro ­comunque al governo e alle au­torità di controllo (Banca d’Italia e ministero del Tesoro) eventuali azioni di restrizione valutaria. In altre parole, potrebbe essere va­rata una legge tramite la quale imporre a tutti i titolari di conti correnti denominati in una valu­ta diversada euro elire, di conver­tire forzosamente il controvalore del deposito in lire. In questo ca­so bisogna ricordare che se i con­ti fossero detenuti presso un in­termediario estero, potrebbe es­seretuttavia avviata un’azione le­gale.
Commenti

Franco-a-Trier

Mer, 13/06/2012 - 12:36

Sono cose infantili buffonate un italiano potrebbe intestare il suo conto all 'estero ad una persona di fiducia del posto, come per immatricolare un auto il Germania o altrove per pagare meno tasse ed assicurazione.Faccio notare che la assicurazione di una moto qui in Germania di 500 cc costa 70 euro all anno (6 euro al mese).

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 13/06/2012 - 14:10

da due anni la Merkel sta preparandosi per arrivare questo passo: per questo motivo è lei che deve andarsene dall' euro eventualmente con la Francia: se ne vadano tutti i napoleoni e tutti gli hITLERINI ESISTENTI IN EUROPA

Franco-a-Trier

Mer, 13/06/2012 - 21:30

gpl ti rendi conto delle cassiate che scrivi?

Franco-a-Trier

Mer, 13/06/2012 - 21:30

gpl ti rendi conto delle cassiate che scrivi?