Il convertito con la bomba nella scarpa

Il 22 dicembre 2001 Richard Reid tentò di imbarcarsi su un volo dell’American Airlines e di farsi esplodere durante il tragitto.
L’uomo venne bloccato dai passeggeri e dall'equipaggio del volo in viaggio da Parigi a Miami, mentre cercava di innescare l'esplosivo che aveva nascosto nelle scarpe. Al momento Reid, noto come «shoe bomber», sta scontando una condanna all'ergastolo negli Usa.
Il 28enne, che si faceva chiamare Abdel Rahim, sarebbe stato nei campi di addestramento dell'organizzazione terroristica di Osama Bin Laden, secondo quanto affermato da alcuni detenuti ai quali sono state mostrate delle foto di Reid durante gli interrogatori condotti da agenti statunitensi.Di origini caraibiche, Reid era vicino ai circoli estremisti della capitale e si era convertito all’Islam nei primi anni Novanta, quando per un breve periodo era stato in carcere.
L'esplosivo nella scarpa di Reid era perossido di acetone, lo stesso usato dai terroristi di Londra e successivamente ritrovato in grandi quantità in una villetta di Leeds che risulta affittata dal chimico egiziano Magdi Al-Nashar. Si tratta di un composto fatto in casa, con acetone e acqua ossigenata. Il composto, fatto evaporare, produce dei sali che esplodono con grande facilità