Coop Liguria insegna l’arte e fa cultura

Luisa Barberis

È stato presentato ieri mattina a Palazzo Rosso il programma delle attività culturali di Coop Liguria per promuovere la conoscenza del territorio e del patrimonio artistico della regione. Dalle parole della responsabile attività istituzionali Coop Liguria Tiziana Cattani «Coop non solo come grande catena di supermercati, ma come cooperativa di consumatori che promuove incontri culturali». L’iniziativa nasce negli anni ’90 con la costituzione di Coop Incontri che oggi con i suoi 900 iscritti costituisce uno tra i maggiori enti di aggregazione dell’intera Liguria.
Ricco il calendario di appuntamenti che prevede incontri settimanali da ottobre a giugno nelle varie sale dei punti d’incontro delle Coop distribuite in tutta la regione.
La proposta denominata «Corsi e percorsi» propone gite escursionistiche, incontri, conferenze, corsi su alimentazione ed ambiente e lezioni tenute da grandi chef che rivelano i segreti del mestiere.
Tra le molteplici iniziative promosse da Coop ricopre un ruolo di supremazia la collaborazione sancita con il settore musei del Comune di Genova. L’accordo fa sì che gli iscritti all’associazione «Tempo Libero» possano usufruire di speciali occasioni per conoscere il patrimonio artistico conservato nei musei cittadini sia attraverso conferenze, sia tramite visite guidate, il tutto appositamente organizzato da personale specializzato del settore musei. Si tratta, come spiega Simonetta Maione, responsabile servizi educativi e didattici del settore musei di Genova, di educare i cittadini al consumo della cultura, ma ad un consumo consapevole in modo da creare «palati raffinati».
Ad aprire le porte al pubblico numerosi edifici del capoluogo ligure e non solo: dai Musei di Strada Nuova con le loro collezioni tessili all’Istituto mazziniano, dal Museo d’arte contemporanea di Villa Croce alle torri e le carceri di Palazzo Ducale. Da segnalare tra le conferenze quella di Elena Serrati dedicata ai carrettieri genovesi, alla scoperta della storia e dei volti di un antico mestiere e del porto, o quella di Eleana Marullo sul santuario di Sovione, un’occasione per conoscere le Cinque Terre non solo come mare ma anche come ricchezza dell’entroterra. Altri appuntamenti saranno dedicati alla letteratura di Andrea Camilleri e Vázquez Montalbán, mentre per gli amanti della musica sarà approfondito il tema delle filastrocche, poesie e trallalleri della tradizione popolare.
Immancabili infine incontri dedicati all’educazione alimentare: appuntamenti con la dottoressa Marina Vignolo del Gaslini e la dietista Viviana Versienti, nonchè percorsi gastronomici con tanto di degustazione di mozzarella di bufala o torte salate. Queste ed altre le numerose iniziative promosse da Coop incontri, i cui programmi sono disponibili nei punti soci di tutti i punti vrndita Coop della regione.