Coppa America, non si regata A Valencia non c'è vento

Dopo il rinvio di ieri, forse oggi si parte con la seconda giornata di regate del Round Robin 1 della Luis Vuitton Cup. Sui campi di regata eolo sembra essere di nuovo capriccioso: ancora niente gare. Spirano venti polemica per la scelta delle date in anticipo sulla brezza estiva

Valencia - A causa del vento debole, che ha raggiunto al massimo i 4-5 nodi invece dei 7 che servono, secondo giorno di regate annullate a Valencia, in Spagna, dove si sta cercando di disputare il primo Round Robin della Louis Vuitton Cup. Oggi sono saltati il terzo e il quarto "volo" di match race e dunque niente Luna Rossa-Germany né Mascalzone Latino-Desafio, che erano tra le sfide programmate per oggi. Le barche hanno lasciato il porto verso le 12.30 e gli equipaggi hanno speso il tempo prevalentemente a difendersi dal sole cocente, fino a che intorno alle 16.30 la barca comitato ha issato la bandiera della cancellazione delle regate.

I rinvii possono di certo favorire il team italiano più sfortunato, +39, ancora alle prese con le riparazioni e le ottimizzazioni dell'albero. I gardesani timonati dal britannico Iain Percy sono dunque gli unici contenti del "vento zero" che dà loro più tempo per prepararsi. Al contrario della brezza, inizia a spirare qualche polemica per la scelta degli organizzatori di dare il via alla Louis Vuitton Cup in questo periodo primaverile, cioè, prima che si stabilisca il regime di brezza termica estiva di cui il mare valenciano gode ampiamente a partire da fine maggio-primi di giugno anche grazie alla conformazione montuosa dell'entroterra che appunto favorisce il prodursi del vento originato dalla differenza di temperatura della terra rispetto all'acqua del mare.