Coppa America, vince Alinghi Trionfo svizzero al fotofinish

I defender vincono per un solo secondo. E' il punto decisivo per la conquista della brocca d'argento: 5-2. Match race pazzesco con sorpassi, penalità, bonaccia a sorpresa e rottura

Valencia - La Coppa America resta in Europa. Nello stato senza mare circondato dalle montagne. Alinghi vince 5-2 la finale contro New Zealand e si aggiudica la 32esima edizione del trofeo della brocca d'argento.

La regata Dean Barker, timoniere dei neozelandesi, ed Ed Baird, timoniere svizzero, sono partiti praticamente nello stesso momento con i kiwi in posizione leggermente migliore. E nella prima bolina New Zealand, sfruttando il lato migliore del campo di regata, ha conquistato qualche decina di metri di vantaggio. Ma prima della boa è arrivata la "magata" di Baird che, grazie alle mura a destra, ha costretto gli avversari all'impasse e ha preso la boa in vantaggio di 7 secondi.

Sorpasso e controsorpasso Ma New Zealand ha dalla sua la forza della disperazione. Nella prima poppa i kiwi si mettono in scia degli avversario, "succhiano" il vento dalle vele dei rossocrociati finché, a due terzi del lato, passano in testa. Al cancello di poppa gli "alla blacks" hanno addirittura 14 secondi di margine sugli avversari. Alinghi però viaggia molto più veloce di bolina, soprattutto per la capacità di accelerare più rapidamente dopo le virate. E all'ultimo incrocio, quello decisivo prima della boa, gli svizzeri mandano fuorigiri Barker. Si rischia la collisione e dai giudici arriva anche una penalità per i kiwi. All'inizio dell'ultimo poppa hanno 12 secondi di ritardo e una penalità da scontare. La Coppa America dovrebbe restare in Svizzera.

Arrivo sul filo di lana Dovrebbe. Appunto. Perché a due terzi dell'ultima poppa il vento si mette a fare i capricci. Le due barche incappano in una bonaccia incredibile. New Zealand ammaina lo spinnaker e issa il fiocco, per chiudere di bolina. Alinghi vorrebbe, ma non fa in tempo: sulla barca svizzera si rompe il tangone e lo spinnaker finisce in acqua. Baird sbianca: i defender perdono i 200 metri che avevano di vantaggio. New Zealand schizza in testa verso il traguardo. Ma arriva l'ennesimo colpo di scena. Un non impeccabile Barker sbaglia la manovra della penalità, Alinghi si avvicina e riesce a vincere al fotofinish per un solo secondo.