Coppa Europa all’Arena L’Italia sogna in grande

Howe e Di Martino le star azzurre: obiettivo la promozione in Super League

da Milano

Inizia oggi alle 14.45, all’Arena dalla pista rinnovata, la prima giornata della Coppa Europa maschile e femminile a squadre. In gara, oltre all’Italia, anche Bielorussia, Bulgaria, Ungheria, Portogallo, Romania, Slovenia e Serbia (fra le donne Cipro al posto delle bielorusse), tutte nazioni che puntano alla promozione nella serie superiore, cioè al passaggio dalla First alla Super League (passa la prima). Agli azzurri va concesso il favore del pronostico per la compattezza della squadra, non solo forte di due assi come Andrew Howe (oggi in gara nel lungo, ore 17.15) ed Antonietta Di Martino (domani nell’alto), ma di diversi elementi giovani che costituiscono le speranze per l’avvenire. Fra gli atleti in netto progresso citiamo il nuovo astro della velocità Jacques Riparelli, 10”25 il limite personale, Andrea Barberi, primatista recente (45”19) dei 400 metri, dopo aver strappato a Zuliani il record italiano (45”26) che durava da 25 anni; poi Livio Sciandra, Christian Obrist e Stefano La Rosa con Daniele Meucci nel mezzofondo; negli ostacoli Emanuele Abate (110) e Gianni Carabelli (400), mentre nei salti, oltre a Howe, che dovrebbe vincere senza problemi, c’è Gibilisco, dal quale attendiamo una prova che ci possa ricordare l’oro mondiale di Parigi. Poi la vecchia guardia, Torrieri, Bettinelli e Vizzoni, chiamato ad una difficile prova per la presenza del bielorusso Tikhon, pluricampione mondiale ed europeo nel martello. Si guarda con simpatia alle staffette, soprattutto a quella veloce. In campo femminile c’è il rientro di Manuela Levorato, dopo due anni di assenza per gravi problemi ai tendini, che nell’ultima frazione della staffetta 4x100 si troverà a fianco di Marlene Ottey, ancora sulla breccia a 47 anni. Puntiamo poi sulle giovani dell’ultima leva azzurra. Per quanto riguarda Magdelin Martinez: dov’è l’atleta che ha saltato 15.03 m a Roma nel 2004 ed oggi si accontenta di meno di 14.50? Fra gli stranieri e le straniere non mancano i pezzi da novanta: oltre a Tikhon ecco lo scattista Obikvelu (100 e 200); fra le donne Tirlea, Lalova, Ceplak, Yordanova, Gomes, Grasu, Melinte. La prima giornata dovrebbe già vederci ben piazzati. Il resto dovrebbe venire domani, per festeggiare la promozione ed il ritorno dell’atletica internazionale a Milano.
IN TV: diretta Rai Tre dalle 16.30, RaiSportSat dalle 16.50.