Coppa Italia A Torino felicità biancoceleste: un altro 2-1 ed è finale

La Lazio sbanca l’Olimpico di Torino e conquista la finale di Coppa Italia, che si disputerà il prossimo 13 maggio all’Olimpico (ma quello romano). Avversaria dovrebbe essere la Sampdoria, che stasera difende il cospicuo vantaggio di tre gol contro la corazzata Inter. E qualche motivo di soddisfazione - sotto sotto - ce l’ha anche la Roma, che evita il rischio che la Juventus la superi nel conteggio delle coccarde conquistate: nove sono e nove restano per entrambe le squadre, appaiate in testa alla classifica della manifestazione.
Ma torniamo alla partita di ieri a Torino, che la Lazio ha vinto 2-1 andando in vantaggio nel primo tempo con un supergol di Zarate, raddoppiando nella ripresa con Kolarov e subendo poi il gol di Del Piero e la prevedibile pressione bianconera senza danni. Stravolto ma felice a fine partita il tecnico Delio Rossi: «Penso che ci siamo meritati questa finale, abbiamo eliminato il Milan e la Juve, sono contento per i ragazzi. Questa squadra ha qualità e soprattutto ha dalla sua l’anagrafe: il tempo la farà sicuramente grande». Zarate? «Mauro sta imparando a giocare sempre più per la squadra. Ora dobbiamo tenerlo, così come gli altri nostri campioni». Il futuro? Rossi è criptico: «Il giudizio su di me non cambierà per una partita. Ma del mio futuro parleremo più avanti».