Coppa Uefa: vincono Napoli, Udinese e Sampdoria

Il Napoli batte il Benfica: emozioni e spettacolo al San Paolo. Ma tre gol ancora non bastano. Udinese, un tempo da grande: il Borussia non fa più paura. Sampdoria: show di Cassano e Bonazzoli

Napoli-Benfica 3-2 Il ritorno in coppa Uefa del Napoli è all’insegna delle emozioni, con una vittoria meritata. Anche se gli spettatori del San Paolo rimangono gelati al gol dell’ex-interista Suazo che al 16’ incorna da angolo. Ma il Napoli non ci sta e in quattro minuti ribalta il risultato: prima Vitale con un preciso rasoterra e poi Denis fanno sorridere Reja. Ma le emozioni non sono finite: il secondo tempo è iniziato da dieci minuti quando il Napoli va sul 3-1. Maggio crossa ma la palla, deviata da un difensore del Benfica, finisce senza in porta: inutile il goffo intervento di Quim. Al 14’ però i portoghesi si rifanno subito sotto con il difensore Luisao, che approfitta di un rimpallo per fissare il risultato sul 3-2. I partenopei poi soffrono nel finale ma tengono un prezioso risultato.

Borussia Dortmund-Udinese 0-2  L’Udinese prenota il passaggio del turno grazie a una partita giocata bene. Già al 2’ Sanchez ha l’occasione per portare in vantaggio i friulani ma calcia malamente. Ci pensa allora Floro Flores a segnare sfruttando un errore nell’applicazione del fuorigioco della retroguardia tedesca: è l’8’ e l’Udinese passa in vantaggio. Al 22’ si fa vedere il Borussia: tiro da fuori di Kringe, Handanovic para. Al 26’ episodio da moviola: Ferronetti rischia il rigore su Kehl, ma l’arbitro lascia correre. Otto minuti dopo arriva il 2-0, Inler azzecca un tiro di interno su assist di Pepe. Nel secondo tempo l’Udinese controlla e avrebbe anche l’occasione di fare il terzo gol con Sanchez, che al 19’ fallisce clamorosamente. Ma a Marino va bene così.

Sampdoria-Kaunas 5-0 Tutto facile per la Sampdoria di Mazzarri che domina dall’inizio alla fine i lituani del Kaunas. È il 14’ quando Bonazzoli inaugura la festa del gol, incornando di testa da calcio d’angolo. Sette minuti dopo si ripete, questa volta approfittando di un pallone che gli capita tra i piedi dopo una conclusione di Delvecchio. Poi arriva il turno di Cassano: dalla sinistra il barese si accentra e batte di piatto Dreer. Non cambia la musica nel secondo tempo, è la Sampdoria a macinare gioco e creare occasioni pericolose. Al 12’ la doppietta di Cassano: questa volta direttamente su punizione, che passa tra la barriera, non perfetta, del Kaunas. Allo scadere del secondo tempo il primo gol blucerchiato di Fornaroli colpo di testa su cross di Dessena.