Coppia aperta, quasi spalancata all’Olmetto

«Coppia aperta, quasi spalancata e altre storie di coppie scoppiate». La commedia di Dario Fo e Franca Rame approda all’Olmetto (da stasera al 2 dicembre) per la regia di Vito Molinari. Molinari aggiunge alla commedia di Fo («Coppia aperta quasi spalancata» altre tre brevi pièce: «Tragedia della gelosia», «La voce amica» e «Ventre in affitto», ossia le «altre storie di coppie scoppiate», come recita l’intero titolo dello spettacolo. In tutto quattro commedie dal sapore drammatico che raccontano la vita di coppia fra tradimenti, soprusi, leggerezze e ripicche a partire da «Coppia aperta, quasi spalancata» in cui un marito superficiale cerca altre avventure per ravvivare la propria vita sentimentale e addirittura fa di tutto per convincere la moglie ad accettare la situazione. Sostenitore della filosofia della «coppia aperta», l’uomo però concepisce l’apertura solo in chiave maschilista, e quando realmente la moglie accetta il gioco e trova un altro, lui non resiste e si ammazza. Ancora più esasperata è la situazione descritta in «Tragedia della gelosia» dove scoppia il dramma quando il genero ha una scappatella con la suocera, mentre in maniera alterna affiora il tema della maternità nelle altre due commedie, in «Voce amica» e in «Ventre in affitto».