Coppie di fatto A Cinisello ora c’è il registro

Dopo Padova anche Cinisello Balsamo vara il registro delle coppie di fatto. Un elenco nel quale potranno iscriversi tutti i residenti non legati da nessun vincolo che, da almeno un anno, vivono sotto lo stesso tetto. Al termine di un consiglio comunale infuocato, che in via sperimentale si è tenuto durante la mattina, il testo fortemente voluto dallo Sdi e dalla sinistra è stato approvato. Il voto favorevole ha però diviso la stessa maggioranza del governo cittadino. Se, infatti, i Democratici di sinistra, Rifondazione comunista, i Socialisti democratici italiani e un consigliere della lista civica Ambiente e Solidarietà si sono espressi a favore, di parere opposto è stato il gruppo della Margherita. Compatto invece tutto lo schieramento di centro destra nel dire “no” a un registro che «va a snaturare uno dei pilastri fondamentali della nostra società, la famiglia». «Non bisogna confondere la famiglia con i suoi surrogati - ha tuonato in aula Giuseppe Petrucci, capogruppo di Forza Italia - che a suo sostegno ha letto alcuni articoli pubblicati da "L'Osservatore Romano"». Quattro gli emendamenti presentati dalla Cdl contro il regolamento per il registro delle coppie di fatto nel tentativo di non parificare la convivenza al matrimonio sia esso civile o religioso. Modifiche rispedite al mittente e bocciate dalla maggioranza guidata dal sindaco di Rifondazione Angelo Zaninello decisa ad approvare il testo così come presentato in aula. Ora la palla passa agli uffici comunali e, soprattutto, al settore anagrafe. Qui, infatti, entro un mese dovranno essere pronti tanto i registri quanto i moduli che ogni coppia di fatto dovrà compilare sotto la propria responsabilità per richiederne l'iscrizione.