Coppie di fatto, rissa nell’Ulivo Insulti fra Costa e Monteleone

Dai Comunisti italiani - suoi compagni di maggioranza - si era già preso del «fervente papista in sintonia con i vertici più oscurantisti del clero italiano». Rosario Monteleone - suo collega di partito - ieri l’ha bollato invece come «ipocrita e falso moralista». Troppo anche per Massimiliano Costa, vice presidente della Regione e importante esponente del Pd ligure, finito sotto accusa per aver criticato il registro delle coppie di fatto che il sindaco Marta Vincenza si è detto disposto a istituire a Genova. «Monteleone? Non sa che cosa dice, non sa nemmeno da che parte è girato» è stata la replica di Costa, arrivata dopo uno scambio di accuse (e insulti) fra i due esponenti del gruppo dell’Ulivo in Regione e forse del futuro Partito democratico.
È Monteleone ad accendere la miccia. (...)