Coppolino e la sindrome cinese

Bronzo ai Mondiali del 2001 e del 2003, oro agli Europei di tre anni fa e terzo nel 2006. Per Andrea Coppolino, 29 anni, era probabilmente l’ultima occasione per cogliere una medaglia olimpica, imitando il bronzo di Chechi, che ad Atene aveva quasi 33 anni. È difficile che il brianzolo possa essere competitivo anche a Londra 2012. Avrebbe meritato il podio, la giuria l’ha penalizzato. «Essere derubato a un’Olimpiade non è bello. Meritavo il bronzo. Penso di aver fatto un ottimo esercizio, mi aspettavo un punteggio più alto. All’ucraino Vorobiov, terzo, è stato dato un punteggio un po’ troppo alto, mentre il cinese Yang, secondo, era molto più penalizzabile».
L’allenatore degli azzurri Maurizio Allievi è sulla sua stessa lunghezza d’onda.