Coprifuoco, basta così: il Comune dice stop alle ordinanze

Domani entrano in vigore le ordinanze per la sicurezza lungo l’asse Imbonati - Maciachini e Comasina. Ma a quanto pare saranno gli ultimi provvedimenti. Il Comune di Milano mette uno stop al coprifuoco. E precisa che non è una decisione calata dall’alto per risolvere i problemi delle periferie, ma è una misura che scatta su richiesta dei cittadini. I due provvedimenti in vigore da domani ricalcano quelli già vigenti nelle aree di Sarpi, Corvetto-Lodi e via Padova: prevedono la chiusura serale anticipata di discoteche, ristoranti, bar, phone center e centri massaggi, e l’obbligo per locatari e proprietari di depositare il contratto di affitto presso i vigili urbani contro i dormitori abusivi. Il sindaco Moratti e il vicesindaco Riccardo De Corato fanno un bilancio delle ordinanze già in atto e rilevano ottimi risultati: le vie non sicure sono state dimezzate. «Ma è ora di mettere un alt» riconoscono. Una linea diversa da quella annunciata a settembre, quando il sindaco aveva manifestato l’intenzione di estendere i divieti a tutte le periferie difficili.