Coprifuoco a Bergamo: "chiusa" via Quarenghi

L'assessore leghista Invernizzi: negozi chiusi dalle 20, locali pubblici dall 24, divieto di vendita e di consumo di bevande alcoliche nella via con la più alta percentuale di immigrati. Protesta su Facebook

Bergamo - Il 25 novembre sarà il giorno del coprifuoco. Un coprifuoco particolare che riguarda per una sola strada, quella con la più alta percentuale di immigrati: via Quarenghi. Dalle 20 alle 6 (dalle 16 nei giorni festivi) tutti i negozi, compresi kebab, gastronomie, rosticcerie saranno chiusi, ristoranti, bar e pizzerie abbasseranno le saracinesche dalle 24 alle 6. Ma non finisce qui. Sarà in vigore anche il divieto di vendita di bevande alcoliche e di consumo all’esterno dei locali dopo le 16 e divieto di abbandono in luoghi pubblici di qualunque contenitore di bibite e alimenti. Le misure sono state annunciate dall’assessore alla Sicurezza, il leghista Cristian Invernizzi.

Sanzioni Chi non le rispetterà incorrerà in sanzioni di 500 euro per l’apertura dei locali, mentre dai 50 ai 500 euro per il divieto di consumo di bevande alcoliche. Per far rispettare l’ordinanza, il Comune di Bergamo prenderà in prestito vigili da quello di Brescia. Nel frattempo, su Facebook è nato il gruppo "No al coprifuoco", che conta circa mille iscritti e che ha organizzato una "festa di protesta" per il primo giorno del nuovo provvedimento per dimostrare che "via Quarenghi è un luogo in cui si desidera vivere, incontrarsi e lottare per i propri diritti".