Coraggio premiato: è in arrivo l’Ambrogino d’oro

C’è aria di Ambrogino d’oro per Giuseppe Viganò. È giusto che anche lui abbia il riconoscimento al valore che hanno avuto tutti i milanesi che si sono distinti per il loro altruismo. A Palazzo Marino tutti la pensano così. «Solo grazie al coraggio di un uomo di 79 anni - sottolinea il vice sindaco Riccardo De Corato - che non ha avuto paura di mettere a repentaglio la propria vita, oggi due bambini salvati dalle fiamme possono ancora sorridere. Azioni di questa umanità toccano il cuore di tutti e rafforzano il senso di solidarietà e convivenza civile. L’esemplare gesto del pensionato Giuseppe Viganò rimarrà nella memoria di tutti. E merita pertanto il massimo riconoscimento della città».
Nella lista dei cittadini eroi, ci sarebbe anche Eddy, il ghanese ridotto in fin di vita l’8 luglio dai pusher perché metteva in guardia i giovani dai rischi delle droghe. Già il presidente del City Angel, Mario Furlan, lo vuole nominare «angelo» onorario per il suo coraggio. Eddy non si è fermato davanti alle minacce, davanti alle botte. Il suo desiderio di convincere i ragazzi del parco a smetterla con la droga era troppo forte.