CORDERO DI MONTEZEMOLO

Bari «La rottura fra Fiat e Confindustria non può che addolorarmi moltissimo, professionalmente e personalmente». Così Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Italia Futura ed ex presidente Fiat e Confindustria, durante il suo discorso a Bari per la presentazione della sede regionale dell’associazione. «Non voglio entrare nel merito della vicenda tecnica sull’articolo 8 e degli accordi intervenuti successivamente tra le parti sociali - ha aggiunto - ma è evidente che se la più grande azienda privata italiana ritiene che la sua presenza in Confindustria sia impedimento al perseguimento degli obiettivi aziendali, qualcosa che non ha funzionato deve pur esserci». Confindustria, per il presidente della Ferrari, «è uno straordinario patrimonio dell’Italia», ma l’associazione «non deve aver paura di ripensare il suo ruolo, i suoi compiti e soprattutto la sua articolazione territoriale e settoriale». «Sarebbe importante per l’associazione - conclude Montezemolo - riflettere sull’utilità dell’avvio di una fase costituente», la stessa di cui ha bisogno il Paese.