Corea, Onu condanna lancio missile: "Sanzioni"

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha condannato la Corea del Nord per il lancio di un missile lo scorso 5 aprile, nel testo si &quot;esige&quot; che Kim Sung si astenga da altri lanci in futuro. La risposta di Pyongyang non si è fatta aspettare: &quot;Ripartiamo col nucleare&quot;<br />

New York - Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha condannato la Corea del Nord per il lancio di un missile lo scorso 5 aprile. Una dichiarazione presidenziale varata all’unanimità dai 15 in cui si afferma che il lancio "contravviene la risoluzione 1718" del 2006 che proibiva a Pyongyang esperimenti nulcleari e lanci di missili. Nel testo si "esige" che la Corea del Nord si astenga da altri lanci in futuro e si chiede l’applicazione delle sanzioni esistenti contro la Corea del Nord.

Corea: "Ripartiamo col nucleare"
La risposta della Corea del Nord alle Nazioni Unite non si è fatta attendere. Il regime ha deciso di boicottare i colloqui a sei e di ripristinare i siti in cui il programma nucleare era stato sospeso. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu aveva condannato all’unanimità il lancio di un missile che secondo gli annunci di Pyongyang avrebbe dovuto mettere in orbita un satellite, ma che in realtà era un test per un vettore balistico.

"Condanna risoluta" dell'Onu Con una nota il ministero degli Esteri nordcoreano "condanna risolutamente" la mossa del Palazzo di vetro che, aggiunge, "viola la sovranità della Corea del Nord e svilisce gravemente il suo popolo". "Non c’è più alcuna necessità di colloqui a sei» si legge nella nota, "non chiederemo mai più di partecipare a negoziati di questo tipo e non ci sentiamo più vincolati agli impegni che avevamo preso in quelle sedi". Inoltre Pyongyang è determinata "a rafforzare con ogni mezzo il suo deterrente nucleare per autodifesa". Il primo impianto a tornare in funzione sarà quello di Yongbyon, parzialmente smantellato nel 2008.

Ban Ki-moon: soddisfazione per dichiarazione Onu Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon ha accolto oggi con soddisfazione l’unità espressa dal Consiglio di Sicurezza dell’Onu nella dichiarazione di condanna nei confronti del lancio del 5 aprile scorso da parte della Corea del Nord. In una nota diffusa dal suo ufficio stampa è precisato che Ban Ki-moon "si rallegra per l’adozione di una dichiarazione da parte del Consiglio di Sicurezza che indirizza un messaggio di unità della comunità internazionale per quanto riguarda il lancio effettuato recentemente dalla Corea del Nord". Il segretario generale dell’Onu - prosegue la nota - "spera che la risposta unanime aprirà la via a nuovi sforzi per pervenire a una risoluzione pacifica di tutti i problemi della regione, compresi la ripresa dei colloqui a sei e il dialogo intercoreano".