A Cormac McCarthy il Pulitzer per la letteratura

Lo scrittore statunitense Cormac McCarthy, 73 anni, è il vincitore del Premio Pulitzer per la letteratura di quest’anno. Il suo ultimo e decimo romanzo, The Road, si è aggiudicato l’assegno di diecimila dollari del prestigioso riconoscimento con una delle sue crude storie al limite dell’horror. Il romanzo, che come i precedenti verrà pubblicato in Italia da Einaudi, racconta la storia apocalittica di un inverno nucleare dove, in uno scenario di morte e distruzione, gli uomini sopravvivono uccidendo e mangiandosi l’un l’altro. In questo trionfo del male, uno spiraglio di speranza è rappresentato dall’amore di un padre per il figlio.
Ed è forse per questo motivo che The Road è stato scelto dalla più popolare presentatrice televisiva d’America, Oprah Winfrey, come opera da inserire nel suo club del libro, suggerendone la lettura a milioni di adepti. E ogni scelta di Oprah è, non c’è bisogno di sottolinearlo, garanzia di best seller.
Cormac McCarthy è considerato uno dei maggiori narratori americani, ma il suo stile spietato sembrava renderlo del tutto antitetico alle usuali scelte dell’icona televisiva Oprah, che generalmente opta per opere molto più soft. Lo stesso personaggio McCarthy è piuttosto estraneo al mondo dei talk show. Riservato fino alla scontrosaggine, vive in un deserto del South West ed evita come la peste salotti letterari, premi e discorsi accademici. Per questo motivo la decisione dei giurati del Pulitzer è apparsa ancor più insolita.
Fra i precedenti romanzi dello scrittore, tutti reperibili in Italia nei tascabili Einaudi, Città della pianura, Cavalli selvaggi, Meridiano di sangue, Oltre il confine.