Coro di condanne da Bush ad Hamas

Il presidente palestinese Abu Mazen e il governo Anp a guida Hamas hanno condannato ieri sera gli attentati di Dahab, esprimendo le loro condoglianze al presidente Hosni Mubarak e al popolo egiziano. Abu Mazen ha denunciato «un atto criminale che colpisce ciecamente i civili, e che è del tutto contrario alla nostra religione». Il portavoce del premier Ismail Haniyeh (Hamas), Ghazi Hamad, ha affermato che il governo Anp «condanna fermamente questo atto criminale, che offende la nostra fede, è contrario agli interessi della sicurezza nazionale palestinese e lede gli interessi arabi». Solidarietà, espressa in una telefonata a Mubarak, anche dal presidente siriano Bashar Assad. Messaggi anche dal re di Giordania, dal leader libico Muammar Gheddafi e dall'Emiro del Kuwait. Dura condanna anche dal presidente Usa George Bush. «Un atto atroce - ha detto -. Condanno con forza gli assassinii, persone innocenti hanno perso la vita». Il presidente egiziano Mubarak ha subito fatto sapere che «i responsabili di questo atto terroristico odioso devono essere perseguiti e puniti».