Coro e orchestra in chiesa o in piazza

Mario Biondi sarà protagonista il 19 luglio

Addio palcoscenico e comode poltrone, d'estate il Carlo Felice porta i suoi spettatori a spasso per le chiese e per le piazze liguri, tanto si sa, la buona musica si ascolta sempre volentieri, anzi, col caldo all'aperto si sta anche meglio.
E così, con l'ultimo appuntamento della «Sinfonica d'estate, Mari e giardini d'Europa» con l'orchestra diretta da Juanjo Mena e il clarinettista Corrado Orlando (5 luglio), il teatro chiude le porte fino al 9 settembre e dà il via ai caldi concerti di luglio.
Si inizia con la meravigliosa «Petite Messe Solennelle» di Gioachino Rossini per soli (Maria Romano, Alla Gorobchenko ed Elisabetta Valerio - alternate - Marco Raffo e Giampiero De Paoli - alternati - Roberto Conti e Filippo Balestra - alternati) coro (quello del Carlo Felice) pianoforte e armonium (Sirio Restani e Patrizia Priarone), che dopo il «debutto» di ieri sera nella Chiesa di Bogliasco potrà essere ascoltata, sempre alle 21, nella Chiesa di san Giovanni a Varese Ligure (venerdì 6), nella Chiesa di San Bartolomeo di Livellato a Ceranesi (sabato 7) ed infine a San Siro di Struppa (giovedì 12).
«È assai positivo portare il nostro lavoro fuori dalle solite mura - dice Ciro Visco, direttore del Coro - sia per la visibilità del teatro che per il pubblico, che può godere delle meraviglie del nostro repertorio musicale anche in ambienti inusuali; e i protagonisti, ci tengo a sottolinearlo, sono tutti "nostrani": anche questo è un buon segno della vitalità del nostro coro».
D'accordo sulle esperienze fuori porta anche Giorgio Bruzzone, direttore musicale di palcoscenico, che porta in tournée l'orchestra con uno spumeggiante programma «spagnolo» tutto a base di danza: «Espana op 236 - Valse» di Emil Waldteufel, le «Danzas Fantasticas op 22» di Joaquin Turina, la rinomatissima Carmen Suite di Bizet e lo sfavillante «Capriccio Spagnolo» di Rimskij-Korsakov, che «inonderanno» piazza Fenice a Chiavari (mercoledì 11), Piazza del Duomo a Imperia (venerdì 20), piazza Carmelo Cabella a Molassana (sabato 21), sempre la sera alle 21.
E infine, l'ormai tradizionale appuntamento in piazza Matteotti a Genova, sabato 14 alle 21.30, per un elettrizzante concerto «leggero» diretto da Giuseppe Grazioli con alcuni dei brani più noti ed amati del repertorio americano del Novecento: la «Cuban Ouverture», l'ouverture da «Girl Crazy» e «An American in Paris» di Gorge Gershwin e «Three Dance Episodes» da «On the Town» di Leonard Berstein; oltre alla già applaudita «Let it Beatles - Suite n.1» elaborata da Stefano Cabrera sui temi di Lennon e McCartney.
E qui sì… lo ripetiamo, come lo scorso anno: o si ascolta sportivamente in piedi, magari gustando un cono gelato, o è meglio davvero portarsi una comoda seggiolina da spiaggia.